Home

Home come ben sappiamo significa “CASA”. portrait.jpg

Soffermiamoci un poco su questa parola… In primis è una parola e non un concetto, perché è possibile attribuirle più significati non scientifici.

In secondo luogo “CASA” converrai con me che non è più solo una locazione fisica, ma si è tramutata in un vero e proprio sentimento; quante volte utilizzi\hai utilizzato l’espressione “MI SENTO COME SE FOSSI A CASA?”, a me è capitato in diverse situazioni e ogni volta voleva esprimere quella sensazione di calore, di accoglienza, di libertà e di Amore.

Questa piccola premessa è un modo molto personale di darti il benvenuto, accanito lettore, nel mondo dei perché, dei dubbi, dell’incertezza, delle esperienze adolescenziali (e non) di una ragazza che vorrebbe essere più consapevole, ma che ogni volta costruisce con le sue mani gli ostacoli che la separano dal poterlo essere.

Non scriverò il mio nome, non è importante e le storie che voglio condividere non ne necessitano.

Ho da sempre considerato il raccontarsi come un’arte, un gesto di coraggio, un tentativo di conoscersi a fondo, tuttavia nell’epoca in cui stiamo vivendo, le persone sono disposte a vendere la propria essenza per ottenere denaro, fama, notorietà.

Ciò che viene ignorata è l’unicità che l’essenza di ognuno possiede per definizione; venderla e di conseguenza perderla, a parer mio ha un prezzo troppo alto.

Qualche piccola informazione su di me…

Sono nata in una nevosa mattinata di Gennaio, correva l’anno 1996.

Studio alla facoltà di scienze politiche e delle relazioni internazionali (anche se mi pento di non aver scelto psicologia, racconterò anche di questa parentesi).

Sono estremamente golosa: cioccolato, gelato, panna montata, caramelle, biscotti, torte, pasticcini… Insomma, ci siamo capiti!

Ho deciso di aprire un blog perché le esperienze che ho vissuto (e che vivrò) presumo possano rientrare nella vita di qualunque adolescente\giovane adulto\adulto.

La mia mente è ben disposta ad incontrare le TUE opinioni, purché elaborate con senso critico.

Per questo motivo lascio un indirizzo e-mail (il nome è un fake, ho aperto questa casella  per il blog): rebecca.esposito777@gmail.com

Annunci